Contatti

In evidenza

Home Page

presentazione

Chi Siamo

 

Calortec è un’azienda calabrese che offre soluzioni avanzate per riscaldare e climatizzare gli ambienti, fornendo sistemi ad alta efficienza e a basso impatto ambientale. L’azienda si affaccia nel campo dell’impiantistica del riscaldamento e del condizionamento, forte di una consolidata tradizione familiare. Si occupa d’installazioni tecnologiche e di manutenzione, con impianti autonomi e centralizzati. Fornisce bruciatori a gas/gasolio/nafta, caldaie a basamento e murali, radiatori in alluminio/ghisa, pompe di calore geotermiche ad alta efficienza energetica, pannelli solari termici, moduli termici di potenza a condensazione. Con oltre 25 anni d’esperienza al suo attivo, il perito industriale Antonio Paone Falvo, titolare dell’azienda, è attualmente agente di zona della BALTUR per le provincie di Catanzaro e Crotone.

 

CALORTEC è un AZIENDA CERTIFICATA ISO  9001:2008

 

Calortec_Vendita e Assistenza

 

Biomassa

Generatori a Biomassa per risparmiare

I sistemi a legna e/o pellet sono un’ottima soluzione sia per il risparmio energetico che per la tutela dell’ambiente.

Le caldaie e stufe a pellet e legna consentono di usufruire di incentivi locali o governativi che le rendono ancora più convenienti.

Caldaie Classe V

L’acquisto di un sistema a biomassa è un ottimo investimento che può far risparmiare molto nel corso del tempo e con costi ammortizzabili del prodotto nell’arco di anche un anno.

 

Il risparmio energetico con la legna

Nel grafico è rappresentato il costo in euro dei combustibili necessari per riscaldare un appartamento di 100 mq per 1 anno (180 giorni/8 ore al giorno).

Fonte: centro consumatori – Marzo 2015

Le caldaie a legna sono la soluzione sia per il risparmio energetico che per la tutela dell’ambiente.

Con la caldaia a legna si può risparmiare fino al 80% rispetto ai sistemi tradizionali di riscaldamento.

 

  Vantaggio economico

Caldaie e stufe a biomassa assicurano un risparmio in bolletta, godono del conto termico e detrazione fiscale IRPEF 65%

  Qualità certificata

I generatori a biomassa sono testati e collaudati sia internamente che dall’ente certificatore TUV per la classe 5.

   Niente gas

I generatori a biomassa non richiedono allacciamento gas e non hanno alcun serbatoio con sostanze pericolose.

  Semplice installazione

Circolatore, vaso espansione e valvola di sicurezza sono già a bordo per un’installazione semplice e rapida.

  Fino a 5 anni di garanzia

I nostri prodotti sono garantiti all’acquirente diretto per i classici 2 anni di garanzia con possibilità di estensione fino a 5 anni.

 

 

Pellet per radiante e termosifoni

Le stufe e caldaie a pellet ti consentono di riscaldare anche grandi superfici, spendendo molto meno rispetto alla caldaia tradizionale grazie al basso costo del pellet.  Possono essere utilizzate in qualsiasi tipo di impianto, come sostituzione alle tradizionali caldaie oppure in impianti di nuova realizzazione.

Sono adatte per impianti di riscaldamento con termosifoni: riescono a riscaldare i caloriferi in pochi minuti consentendo un notevole risparmio energetico ed economico.

Anche l’abbinamento con impianti di riscaldamento a pannelli radianti è molto semplice e consente di ottenere comfort e risparmio nel periodo invernale.

 

Massimo risparmio con i pannelli solari

   Integrazione Pellet/Solare Termico

L’integrazione tra una caldaia o stufa  ed un impianto solare termico costituisce un’ottima soluzione impiantistica, sia per la produzione di acqua calda sanitaria che come integrazione al riscaldamento.

Nelle giornate di sole in inverno, il solare dà un apporto termico alla caldaia e ne riduce il funzionamento, consentendo una più lunga autonomia del pellet.

Durante l’estate, l’acqua calda sanitaria può essere prodotta interamente dall’impianto solare, evitando così l’accensione della caldaia a pellet. E’ possibile utilizzare un unico serbatoio d’accumulo collegato sia alla caldaia che all’impianto solare.

 

La pompa di calore per la stufa a pellet

L’abbinamento dei sistemi a biomassa con lo scaldacqua in pompa di calore Air Combo è una soluzione semplice ed intelligente.

In inverno la stufa a pellet può scaldare l’ acqua sanitaria contenuta nell’ Air Combo: è consigliabile prevedere una valvola di zona a 3 vie per gestire la precedenza.

In estate e nelle mezze stagioni, l’acqua calda sanitaria può essere prodotta da Air Combo, senza necessità di accendere la stufa a pellet.

 

 

TEMPERIA serie KONDENSING

CALDAIE MURALI A CONDENSAZIONE DA ESTERNO PER RISCALDAMENTO E PRODUZIONE DI ACQUA CALDA SANITARIA ISTANTANEA CON SCAMBIATORE A PIASTRE INOX.
CERTIFICATA RANGE RATED.
  • Progettata per l’installazione all’esterno parzialmente protetto (-10 ÷ 60°C).
  • Modulazione Elettronica continua di fiamma sul riscaldamento e sul sanitario.
  • Accensione elettronica di fiamma.
  • Temperatura minima di funzionamento –10°C.
  • Protezione antigelo su comando a distanza in funzione della temperatura ambiente.
  • Dispositivo antigelo con sonda elettronica sul riscaldamento.
  • Dispositivo antigelo con resistenza elettrica di serie.
  • Controllo temperatura tramite sonda NTC.
  • Scambiatore sanitario a piastre in acciaio INOX.
  • Circolatore ad alta prevalenza basso consumo (ErP) dotato di camera di separazione aria e valvola di sfogo automatica.
  • Funzionamento a temperatura scorrevole con sonda climatica inserita termoregolatori.
  • Post circolazione pompa.
  • Vaso di espansione riscaldamento da 10 litri.
  • Dispositivo antibloccaggio pompa.
  • Rabbocco automatico dell’impianto (assistito).
  • By-pass automatico.
  • Valvola gas con stabilizzatore per basse temperature –10°C.
  • Cronocomando a distanza per regolazione e controllo caldaia, con funzioni di regolatore climatico e dotato di orologio settimanale.
  • Predisposizione per la regolazione della doppia temperatura in riscaldamento alta e bassa.
  • Sistema di autodiagnosi e segnalazioni anomalie su display del cronocomando.
  • Accensione elettronica e controllo a ionizzazione di fiamma..
  • Filtro di ingresso acqua fredda.
  • Prese per l’analisi di combustione a bordo caldaia.
  • Sifone per scarico condensa.
  • Grado di protezione IPX5D.
  • Livello di potenza sonora (54 dB).
  • Cronocomando a distanza in dotazione.
  • Kit di trasformazione da metano a GPL in dotazione.

TEMPERIA serie REP K

CALDAIE MURALI A CONDENSAZIONE DA ESTERNO PER RISCALDAMENTO E PRODUZIONE DI ACQUA CALDA SANITARIA ISTANTANEA CON SCAMBIATORE A PIASTRE INOX.
CERTIFICATA RANGE RATED.
  • Progettata per l’installazione all’esterno parzialmente protetto (-10 ÷ 60°C).
  • Modulazione Elettronica continua di fiamma sul riscaldamento e sul sanitario.
  • Accensione elettronica di fiamma.
  • Temperatura minima di funzionamento –10°C.
  • Protezione antigelo su comando a distanza in funzione della temperatura ambiente.
  • Dispositivo antigelo con sonda elettronica sul riscaldamento.
  • Dispositivo antigelo con resistenza elettrica di serie.
  • Controllo temperatura tramite sonda NTC.
  • Scambiatore sanitario a piastre in acciaio INOX.
  • Circolatore ad alta prevalenza basso consumo (ErP) dotato di camera di separazione aria e valvola di sfogo automatica.
  • Funzionamento a temperatura scorrevole con sonda climatica inserita termoregolatori.
  • Post circolazione pompa.
  • Vaso di espansione riscaldamento da 10 litri.
  • Dispositivo antibloccaggio pompa.
  • Rabbocco automatico dell’impianto (assistito).
  • By-pass automatico.
  • Valvola gas con stabilizzatore per basse temperature –10°C.
  • Cronocomando a distanza per regolazione e controllo caldaia, con funzioni di regolatore climatico e dotato di orologio settimanale.
  • Predisposizione per la regolazione della doppia temperatura in riscaldamento alta e bassa.
  • Sistema di autodiagnosi e segnalazioni anomalie su display del cronocomando.
  • Accensione elettronica e controllo a ionizzazione di fiamma..
  • Filtro di ingresso acqua fredda.
  • Prese per l’analisi di combustione a bordo caldaia.
  • Sifone per scarico condensa.
  • Grado di protezione IPX5D.
  • Livello di potenza sonora (54 dB).
  • Cronocomando a distanza in dotazione.
  • Kit di trasformazione da metano a GPL in dotazione.

Serie COLIBRI’ YOUNG CA K

CALDAIE MURALI A CONDENSAZIONE PER RISCALDAMENTO E PRODUZIONE RAPIDA DI ACQUA CALDA SANITARIA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gruppo termico di tipo C (generatore di calore totalmente stagno rispetto all’ambiente, a condensazione) con:

– corpo caldaia in acciaio inossidabile;
– bruciatore ad aria soffiata a premiscelazione totale a bassissime emissioni di NOx e CO.
Modulazione totale dal 20 al 100 % sia in riscaldamento che in sanitario.
Funzionamento a temperatura scorrevole (con sonda climatica inserita).
Unica scheda elettronica a microprocessore di controllo e accensione:
– impostazione della temperatura desiderata in riscaldamento;
– accensione elettronica;
– programmazione a più livelli e visualizzazione parametri su display;
– funzione antigelo e antibloccaggio circolatore con post-circolazione;
– diagnostica completa delle funzioni con segnalazione dei blocchi di funzionamento.
Elettroventilatore scarico fumi ad alta prevalenza a controllo elettronico della velocità.
Gruppo idraulico integrato comprendente:
– valvola deviatrice a tre vie motorizzata per commutazione in sanitario;
– scambiatore inox compatto a piastre saldobrasate per produzione di ACS;
– filtro in rete all’ingresso dell’acqua sanitaria;
– dispositivo manuale di riempimento impianto;
– by-pass automatico.
Circolatore ad alta prevalenza, dotato di camera di separazione aria e valvola automatica di sfiato aria.
Vaso di espansione a membrana da 8 litri.
Sifone per scarico delle condense.
Kit per trasformazione da metano a GPL (in dotazione).
Kit raccordi e kit rubinetti di intercettazione impianto (a richiesta).
Predisposizione per la regolazione della doppia temperatura in riscaldamento alta/bassa.
La caldaia Colibrì Young CA 26 K è adatta per essere installata all’esterno in luogo parzialmente protetto (certificata).
Prese per l’analisi di combustione a bordo caldaia.

COLIBRI REP BALTUR

Caldaia murale aspirata a condensazione ideale per le sostituzioni su impianti a radiatori

CALDAIE MURALI A CONDENSAZIONE PER RISCALDAMENTO E PRODUZIONE DI ACQUA CALDA SANITARIA ISTANTANEA CON SCAMBIATORE A PIASTRE INOX. CERTIFICATA RANGE RATED
  • Colibrì Rep CA 26 K: caldaia murale a gas con produzione di acqua calda istantanea a flusso forzato a camera stagna (tipo C) con post condensatore INOX sul lato fumi.
  • Modulazione elettronica continua di fiamma sul riscaldamento e sul sanitario.
  • Accensione elettronica e controllo a ionizzazione di fiamma.
  • Controllo temperatura mediante sonde.
  • Scambiatore sanitario a piastre in acciaio inox.
  • Valvola deviatrice a tre vie motorizzata.
  • Bruciatore multigas in acciaio inox.
  • Circolatore ad alta prevalenza basso consumo ErP, dotato di camera di separazione aria e valvola automatica di sfiato aria.
  • Post circolazione circolatore.
  • Valvola gas con stabilizzatore.
  • By-pass automatico.
  • Predisposizione per impianti a ventilconvettori.
  • Vaso di espansione riscaldamento da 8 litri.
  • Termometro digitale.
  • Idrometro controllo pressione impianto.
  • Filtro d’ingresso acqua fredda.
  • Funzione spazzacamino per controllo combustione.
  • Doppio sistema di segnalazione blocco.
  • Funzione antibloccagio pompa.
  • Sistema di autodiagnosi e segnalazione anomalie con led luminosi e codici di blocco.
  • Protezione antigelo.
  • Grado di protezione IPX4D
  • Livello di potenza sonora (54 dB)
  • Le caldaie Colibrì Rep CA 26 K sono adatte per essere installate all’esterno in luogo parzialmente protetto (certificate).

ZeroCal. Dosatore anticalcare per caldaie.

Contro le incrostazioni su caldaie e termosanitari: ZeroCal. L’innovativo sistema di dosaggio anticalcare in grado di svolgere un’efficace azione protettiva su scambiatori di calore, caldaie e termosanitari. La forma ergonomica e gli attacchi orientabili e bidirezionali rendono l’installazione facile e veloce anche in spazi ristretti.

 

L’unico con segnalatore acustico e visivo che ti avvisa quando è ora di effettuare la ricarica del prodotto liquido anticalcare.

….ti fa risparmiare

ZeroCal elimina il problema delle incrostazioni di calcare che si depositano sullo scambiatore termico della caldaia. Con ZeroCal mantengo alta l’efficenza della caldaia nel tempo e risparmio sui consumi di combustibile e sulla manutenzione.

….ha una lunga autonomia

Ogni ricarica di prodotto anticalcare ZeroCal DOSE dura fino a 6 mesi. La soluzione liquida facilita la sostituzione della ricarica ( non c’è bisogno di diventare idraulici).

…..ti avvisa quando ricaricarlo

Con un lampeggio giallo e l’emissione di un segnale acustico, ZeroCal ti avvisa quando il prodotto anticalcare ZeroCal DOSE sta per esaurirsi.

….e rispetta l’ambiente

Con ZeroCal, riducendo le incrostazioni, riduci il consumo di combustibile fino al 20%, produci meno anidride carbonica (CO2).

 

Le incrostazioni costano care per chi non ha ZEROCAL

 

ZC-linea-LED_medium

Il sistema anticalcare ZeroCal lavora in completa autonomia.

Le due semplici operazioni di manutenzione richieste, reintegro del prodotto antincrostante ZeroCal DOSE e sostituzione della batteria al litio, vengono segnalate da un avviso acustico-visivo. Il led giallo avvisa che è ora di ricaricare l’antincrostante, mentre il led rosso segnala che la batteria è da sostituire.

In questo modo ZeroCal continuerà a svolgere la sua azione protettiva mantenendo in efficienza la tua caldaia: meno 20% di costi energetici e ridotti costi di manutenzione.

ZC-caldaia

ZeroCal si installa facilmente sotto la cadaia grazie agli attacchi orientabili e bidirezionali.

Gli attacchi orientabili e bidirezionali permettono il passaggio dell’acqua in entrambe le direzioni e il montaggio su tubazioni orizzontali e verticali.

ZeroCal funziona a batteria (NO alimentazione elettrica).

 

 

 

ZC-DOSE_medium

Ogni ricarica di prodotto anticalcare ZeroCal DOSE dura fino a 6 mesi e…

la 1° ricarica è gratis!

La soluzione liquida di ZeroCal DOSE ne facilita la sostituzione:

1. Svita il serbatoio di ZeroCal

2. Versa l’intero contenuto della ricarica

3. Riposiziona il serbatoio nella sua sede

 

PER ULTERIORI INFORMAZIONI NON ESITARE A CONTATTARCI 

 

Spese per il riscaldamento sotto controllo: valvole termostatiche obbligatorie entro fine 2016

Il decreto legislativo approvato dal Governo il 30 giugno, che impone la termoregolazione in tutti gli edifici, va in parte a disciplinare materie già oggetto di legislazione regionale. I contabilizzatori, dunque, dovranno essere installati in tutta Italia entro il 31 dicembre 2016. Ma due regioni già hanno legiferato in questo senso. Lombardia Piemonte già da tempo hanno fissato, rispettivamente, i termini del 1° agosto 2014 e del 1° settembre 2014 per l’adozione delle valvole termostatiche e della contabilizzazione, anche se la Lombardia sanzionerà l’inadempimento solo a di Edoardo Riccio – Il Sole 24 Ore – leggi su http://24o.it/znYvSd

TRATTAMENTO ACQUA IMPIANTO RISCALDAMENTO/CONDIZIONAMENTO.

IL TRATTAMENTO DELL’ACQUA IMPIANTO È UNA CONDIZIONE NECESSARIA PER IL BUON FUNZIONAMENTO E LA GARANZIA DI DURATA NEL TEMPO DEL GENERATORE DI CALORE E DI TUTTI I COMPONENTI DELL’IMPIANTO.

 

Fanghi, calcare e contaminanti presenti nell’acqua possono portare ad un danneggiamento irreversibile del generatore di calore, anche in tempi brevi e indipendentemente dal livello
qualitativo dei materiali impiegati.
Contrariamente a quello che spesso avviene – dove il trattamento è riservato solo ai vecchi impianti con elevata presenza di calcare, residui e fanghi – il trattamento acqua è condizione necessaria non solo in fase di intervento su impianti esistenti, ma anche
nelle nuove installazioni, al fine di preservare la vita dei componenti e di massimizzarne l’efficienza.

A livello generale ci si può attenere a quanto segue.
Qualora non sia possibile operare un corretto trattamento dell’acqua dell’impianto, in presenza di un caricamento automatico dell’acqua non controllato, in mancanza di barriere che impediscano l’ossigenazione dell’acqua e in presenza di impianti a vaso aperto è necessario separare idraulicamente il generatore dall’impianto, attraverso l’utilizzo di un opportuno scambiatore di calore.
Le indicazioni di progettazione, installazione e gestione degli impianti termici sono:
Caratteristiche chimico-fisiche
Valori prescritti e indicazioni della norma di riferimento UNI-CTI 8065 “Trattamento dell’acqua negli impianti termici a uso civile” (edizione giugno 1989). La norma UNI-CTI 8065 considera che le caratteristiche chimico-fisiche dell’acqua siano analoghe a quelle
di un’acqua potabile.
Stabilisce che sia effettuato, in tutti gli impianti, un condizionamento chimico dell’acqua per la protezione dei componenti dell’impianto e la filtrazione dell’acqua in ingresso per
evitare l’introduzione di solidi sospesi, possibili veicoli di corrosione e depositi fangosi.
Schema dei trattamenti dell’acqua previsti dalla norma UNI-CTI 8065 in funzione della potenza termica complessiva dell’impianto:
A – Schema di trattamento necessario per impianti:
– con potenza termica <350kW ed acqua di alimentazione con durezza <35 °fr
– con potenza termica >350kW ed acqua di alimentazione con durezza <15 °fr
– con potenza <350 kW il filtro è consigliato
– con potenza >350 kW il filtro è obbligatorio
B – Schema di trattamento necessario per impianti:
– con potenza termica <350kW ed acqua di alimentazione con durezza >35 °fr
– con potenza termica >350kW ed acqua di alimentazione con durezza >15 °fr
– con potenza <350 kW il filtro è consigliato
– con potenza >350 kW il filtro è obbligatorio

Identificazione dei trattamenti dell’acqua indicati nella norma UNI CTI 8065.
L’addolcitore è classificato del tipo a resine a scambio ionico. Il filtro può essere con materiale filtrante lavabile o con elemento filtrante a perdere.
L’idoneo trattamento chimico consiste nell’aggiunta di prodotti chimici (condizionanti) nell’acqua per:
– Stabilizzare la durezza;
– Disperdere depositi incoerenti inorganici e organici;
– Deossigenare l’acqua e passivare le superfici;
– Correggere l’alcalinità ed il pH;
– Formare un film protettivo sulle superfici;
– Controllare le crescite biologiche;
– Proteggere dal gelo.
I prodotti chimici usati per i trattamenti devono essere compatibili con le vigenti leggi sull’inquinamento delle acque. La norma UNI-CTI 8065, se correttamente applicata ad un impianto termico, è garanzia di sicurezza di funzionamento, ma tutto può essere
vanificato da errori impiantistici o gestionali dell’impianto, tra cui gli eccessivi rabbocchi ed il circolo dell’acqua nei vasi di espansione aperti.
In molti casi la norma viene disattesa; in particolare, negli impianti già esistenti, non si pone l’attenzione alle caratteristiche dell’acqua ed alla necessità di adottare i relativi provvedimenti.

 

Per informazioni aggiuntive sul tipo e sull’uso degli additivi rivolgetevi pure alla ns. Azienda